HomeIndiceRegistratiAccedi
Attenzione !! Lo staff di ===GIOKITALIA=== cerca nuovi moderatori per le seguenti sezioni: XBOX360-PSP-PS2-WII-NDS se sei interessato contatta l'amministratore del forum (clicca) descrivendo le propie caratteristiche ed il propio bagaglio culturale riguardante la sezione prescelta grazie! Smile

Condividi | 
 

 Crysis 2 [ITA]

Andare in basso 
AutoreMessaggio
linus
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 620

Data d'iscrizione : 27.06.09

MessaggioTitolo: Crysis 2 [ITA]   Ven Feb 11, 2011 9:08 pm

Crysis 2



Piattaforma: Pc
Genere: Action,Sparatutto
Pubblicato da: Electronic Arts
Sviluppatore: Crytek Studios
Distributore: Steam
Lingua: Italiano
Pegi: 18+
Data Uscita: 25 Marzo

Requisiti:

CPU: Intel Core 2 Duo 2Ghz, AMD Athlon 64 x2Ghz
Sistema operativo: Windows XP, Windows Vista, Windows 7
RAM: 2GB
GPU: NVIDIA 8800 GT 512MB
HDD: 9GB di spazio libero su hard disk

Recensione:

Immaginate di essere il direttore creativo di una software house videoludica alle prese con un’importante decisione: avete per le mani un progetto interessante, un titolo d’azione ambientato sulla Terra durante un’invasione aliena una ventina d’anni nel futuro. Il quesito è fondamentale: considerando che il giocatore si troverà nei panni del salvatore dell’umanità, dove sarà meglio ambientare il gioco? Quale metropoli è in grado di evocare in un istante la grandezza della civiltà occidentale ed allo stesso tempo la sua fragilità? Se avete mai passeggiato sulla 5th Avenue, se vi siete mai sentiti schiacciati dal World Trade Center, se avete mai goduto del sole in Central Park la risposta la conoscete già. E’ New York, la Grande Mela e non ha certo bisogno di presentazioni. L’inconfondibile skyline che nessun’altra città può vantare, eppure deturpato da quella mancanza ben nota, quel buco scavato nel famigerato nine eleven che a tutti ha insegnato tanta umiltà nei confronti dell’imprevedibile. E così, mentre le gru ricostruiscono un pezzo alla volta il nuovo WTC e la scintillante Freedom Tower, i ragazzi di Crytek hanno pensato bene di ambientare il seguito del loro sparatutto in una versione digitale di NY e farla a pezzi in nome dello “splendore della catastrofe”, come loro stessi amano definirlo. Proprio nella Grande Mela si è tenuto il primo evento internazionale dedicato al gioco, cui abbiamo preso parte per riportarvi tutte le informazioni trapelate.

New York, New York
Poche note di piano, una struggente panoramica sulle macerie di quella che un tempo era la città più famosa di tutta l’America: il trailer mostratoci durante la presentazione e successivamente proiettato su uno degli schermi di Times Square (ed a breve accessibile anche su Spaziogames), rivela quanto la scelta del setting sia la più importante e grossa novità di Crysis 2. Come affermato da Cevat Yerli, CEO di Crytek, guardando al passato le esperienze di combattimento offerte da Far Cry e dall’originale Crysis possono oggi essere definite come bidimensionali: per quanto la grafica fosse naturalmente tridimensionale, gli spostamenti sul territorio erano possibili solo ed esclusivamente sul piano orizzontale. Con Crysis 2 ci si muove verso la terza dimensione del combattimento virtuale, ovvero la verticalizzazione: in questo senso la scelta di una città la cui downtown è nota per alcuni dei palazzi più alti e suggestivi del pianeta si rivela una mossa vincente. Ma New York non sarà solo un arido terreno di scontro: gli sviluppatori sono certi che la città diventerà a pieni diritti uno dei protagonisti della vicenda e saranno gli stessi giocatori ad innamorarsene. Devastata dall’attacco alieno, la metropoli diventerà simbolo del rischio corso dall’umanità intera in maniera tristemente analoga a quanto accaduto nel post-9/11. A livello produttivo trasferire il gameplay di Crysis, caratterizzato dall’assoluta libertà di spostamento all’interno della mappa di gioco, dalla giungla vera a quella urbana ha presentato più di una sfida; in primo luogo l’Intelligenza Artificiale degli avversari ha dovuto subire modifiche ed aggiustamenti per risultare in grado di sfruttare tatticamente la “terza dimensione” ed aprire di conseguenza le fasi shooting verso nuovi orizzonti. Grandi cambiamenti anche per la fisica di gioco, uno dei vanti del primo Crysis, che in questo sequel deve fare i conti con tonnellate di vetro, cemento ed acciaio, materiali la cui deformazione e distruzione sono notoriamente difficili da simulare. Questo enorme sforzo produttivo è stato compiuto nel tentativo di rendere l’esperienza offerta da Crysis 2 non solo tatticamente più interessante, ma soprattutto più coinvolgente sul piano spettacolare ed emotivo.

Toglietemi tutto, ma non la mia nanotuta
A parte la spettacolarità del comparto tecnico, se c’è un elemento del primo Crysis che verrà ricordato a lungo è senza dubbio la Nanotuta. L’imponente armatura di Nomad e Psycho verrà naturalmente riproposta in questo sequel, in cui andrà ancora una volta a fasciare le fattezze del nuovo protagonista, la cui identità è per ora top-secret. La tuta si presenta in una versione rivista e migliorata che le vale la denominazione 2.0, laddove gli sviluppatori si cono concentrati sul rendere l’interfaccia di utilizzo più snella ed accessibile, dando allo stesso tempo la possibilità ai giocatori di personalizzare il proprio approccio tattico e vederlo evolvere nel tempo. Per quanto i quattro poteri speciali della tuta si presentino invariati (Corazza, Forza, Velocità ed Invisibilità) gli sviluppatori hanno aggiunto la possibilità di combinarne gli effetti; secondo questa nuova filosofia i poteri potranno essere raggruppati in preset in modo da abbinarne gli effetti con fini tattici. Un’impostazione da Tank favorirà la combinazione di Corazza e Forza, mentre un’impostazione Stealth vedrà bene insieme Velocità ed Invisibilità. Queste personalizzazioni potranno essere applicate utilizzando un menu che ancora non è stato mostrato, ma che gli sviluppatori confermano essere simile a quello utilizzato per modificare le armi nel primo episodio.
A questa interessante gestione tattica si abbina un comparto upgrade, descritto a grandi linee da Cevat Yerli: giocando si potranno raccogliere determinati e non meglio specificati asset i quali permetteranno di sbloccare upgrade per la tuta; nonostante la natura ancora non definita di questo comparto, le sue ottime implicazioni a livello di gameplay sono facilmente intuibili.

In caduta libera
Durante la presentazione tenutasi al Tribeca Grand Hotel di New York sono state mostrate due brevi sequenze giocate in tempo reale su una versione provvisoria del gioco per Xbox 360. La prima demo si è aperta con la visuale già in prima persona, rivelando la posizione elevata del protagonista, che si stagliava in un grande squarcio scavato in uno dei celebri palazzi della metropoli: uno sguardo attorno per abbracciare il suggestivo panorama della città devastata dalle esplosioni e poi giù a capofitto in caduta libera. Come confermato da Richard Morgan, scrittore di fantascienza inglese assunto da Crytek per scrivere il plot di Crysis 2, la sensazione che il titolo vuole dare al giocatore è proprio questa: una caduta libera senza paracadute in un mondo ostile, dove ci si troverà ad affannarsi per cercare di comprendere cosa sta succedendo, e quale può essere il nostro ruolo all’interno del caos più totale. La sequenza di combattimento che è seguita ha mostrato la grande alternanza di stili concessa dalla struttura sandbox che caratterizza il gameplay: prima un approccio stealth, aiutati dalla temporanea invisibilità offerta dalla tuta. Avvicinandosi di soppiatto alle spalle di un nemico sarà possibile attivare delle finishing move contestuali, e liberarsene in maniera teatrale, violenta ma soprattutto silenziosa.
A seguire, una sparatoria a viso aperto, sfruttando coperture improvvisate offerte dalle macerie e dalle macchine abbandonate per strada e la visuale tattica della Nanotuta 2.0, che permette di evidenziare i nemici a schermo ed averne sempre sott’occhio la posizione e gli spostamenti. La seconda parte della demo ha invece svelato come la componente narrativa verrà miscelata all’azione: senza lasciare la prima persona gli eventi principali accadranno direttamente davanti agli occhi del giocatore, spesso utilizzando espedienti interessanti per tenerlo “fermo” durante i momenti più importanti; nel caso a noi mostrato, la caduta dell’elicottero su cui si trovava il protagonista ha temporaneamente disattivato la tuta, lasciandolo immobile ed indifeso sull’asfalto mentre un enorme alieno faceva letteralmente a pezzi la familiare silhouette neoclassica del New York Stock Exhange. Pochi istanti dopo la tuta si è riattivata, giusto in tempo per permettere al protagonista di imbracciare le armi contro un gruppo di alieni in rapido avvicinamento. Il grande vantaggio di questa forma narrativa è quello di rimanere sempre amalgamata al gameplay, di non creare i bruschi “stacchi” che invece caratterizzano l’utilizzo di cut scene tradizionali.

Cartoline dalla Grande Mela
Le brevi sequenze di gameplay mostrate durante l’evento dimostrano l’eccezionale lavoro in corso presso Crytek: portare il Cryengine 3 contemporaneamente su Xbox 360 e Playstation 3 non è un lavoro da poco, eppure i primi risultati mostrati sembrano testimoniare la bontà degli sforzi. New York è il setting perfetto per ricreare quella “catastrophic beauty” (splendore catastrofico) che solo gli edifici famosi in rovina sanno evocare, e che i fan del postatomico conoscono bene. Il design apertissimo dei livelli è supportato da una mole poligonale notevolissima, che modella con cura tanto il livello della strada quanto i “piani alti”, gestendo con agilità tanto la distruzione quanto la grande quantità di effetti che rendono “vivi” gli sfondi, tra fumo, detriti ed esplosioni. Un primo look notevole, coraggiosamente mostrato su Xbox 360: lo stesso Cevat Yerli promette una resa assolutamente identica sulle console HD, mentre chiaramente la versione PC potrà contare su qualche aggiustamento grafico in più e su una risoluzione maggiore, ma nulla che ad un colpo d’occhio potrà far notare molta differenza.


Recensione by [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Immagini:



Video:

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


Controlla i requisiti del gioco confrontandoli con quelli del tuo PC all'indirizzo seguente [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


Ultima modifica di linus il Mar Mar 22, 2011 8:11 pm, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
http://giokitaliawinmx.forumattivo.com/forum.htm
linus
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 620

Data d'iscrizione : 27.06.09

MessaggioTitolo: Re: Crysis 2 [ITA]   Mar Mar 22, 2011 8:10 pm

Ci siamo finalmente il gioco è completamente in italiano ! buon game Very Happy


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Torna in alto Andare in basso
http://giokitaliawinmx.forumattivo.com/forum.htm
 
Crysis 2 [ITA]
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Forum :: Recensioni Giochi PC-
Vai verso: